LE DIGHE

La diga del Molato

La diga è ad archi multipli, nella sua parte centrale è costituita da 17 voltine in calcestruzzo armato sostenute da sedici speroni intermedi, confinati lateralmente da due spalle a gravità massiccia.

È alta 55,50 mt ed ha una capacità d’invaso di circa 9 milioni di mc. La diga consente l’accumulo e la regolazione delle acque del torrente Tidone per l’irrigazione dei terreni della Val Tidone e della Val Luretta, consentendo in un futuro di integrare la captazione dai pozzi ad uso idropotabile a servizio delle esistenti reti acquedottistiche dei Comuni delle due valli, nonchè la produzione di energia elettrica. La diga costituisce inoltre un potenziale centro di attrazione turistica della vallata.

La diga di Mignano

L’invaso del Bacino di Mignano consente di immagazzinare ogni anno oltre 11.500 m³ di acqua per l’irrigazione “a scorrimento” del comprensorio consorziato in un periodo mediamente compreso tra i 70 e gli 80 giorni.

L’acqua distribuita alle aziende viene prelevata da due canali collettori principali, che iniziano alla traversa di regolazione di Castell’Arquato che capta la portata della diga di Mignano . I due canali principali, in destra ed in sinistra dell’Arda medesimo, hanno uno sviluppo complessivo di quasi 60 km.